You are currently viewing Cosa pensano i Direttori d’Albergo? La parola al Presidente Nazionale A.D.A – seconda parte
  • Categoria dell'articolo:News

Continua la nostra chiacchierata con Alessandro D’Andrea.  Volgiamo lo sguardo al futuro e concentriamoci sulle strategie da implementare per dare nuova vita al comparto.

Parliamo di asset strategici: quali, in un prossimo futuro, sono destinati a generare maggior valore per il settore ricettivo?

Sicuramente lo sviluppo e l’implementazione di servizi tecnologi, un’offerta culinaria variegata, i servizi alla persona (ad esempio fitness e wellness) sono asset importanti per generare valore sotto due diversi aspetti: sia perché possono indirizzare la scelta dell’ospite indipendentemente dal loro poi effettivo utilizzo sia perché, in quanto servizi a pagamento, possono accrescere il profitto. Pensiamo alla possibilità di avere un personal trainer o un maestro di yoga che ti segua anche quando sei in vacanza o fuori casa per lavoro; pensiamo alle abitudini alimentari di vegani e vegetariani o ancora alla possibilità di collegarsi in modo smart e affidabile ad una riunione di lavoro mentre si è lontani dal proprio ufficio. Una volta erano considerate situazioni eccezionali, oggi sono diventate, e sempre più saranno, situazioni di normale vita quotidiana durante un soggiorno in albergo.

Nel 2020 avete rivolto un appello a vertici ministeriali e governativi, istituzioni regionali e locali al fine di riunire un tavolo di confronto utile a pianificare le fasi future. Quali sono stati gli sviluppi?

Nessun particolare sviluppo per quanto riguarda il nostro specifico appello ma nel frattempo è risorto il Ministero del Turismo e questo lo possiamo considerare un obiettivo raggiunto; un grande risultato per l’intero comparto dovuto ai numerosi appelli di tutti gli attori del settore, tra cui anche A.D.A.

Noi ci siamo messi a disposizione delle istituzioni non per esprimere un parere fine a sé stesso (né tantomeno per una posizione politica) ma esclusivamente per poter dare quelle indicazioni tecniche che troppo spesso sono mancate a chi doveva prendere decisioni. Ora che esiste un organo centrale specifico del settore sarà sicuramente più facile condividere strategie e prendere decisioni corrette, con la speranza che possa essere un Ministero più tecnico che politico.

Potrebbe interessarti...

Le peculiarità di un Boutique hotel I Boutique hotel o “Design hotel” nella loro unicità offrono una nuova opportunità a tutti…
Spesso durante le consulenze l’albergatore di turno ci rivolge alcune domande ricorrenti, le prime che vengono formulate sono quelle introduttive,…